stress_da_rietro_dalle_ferie

5 consigli per superare lo stress da rientro dalle vacanze

29 agosto 2016
Redazione

Che si decida di prendere un periodo di riposo a giugno, luglio, agosto, settembre, la questione non cambia. Tornare dalle ferie è sempre un trauma. Perché? Perché le ferie sono un periodo sospeso, fluttuante nell’aria, durante il quale le preoccupazioni di tutti i giorni – quanto meno quelle lavorative – svaniscono, si affievoliscono, in virtù di un ritmo di vita che noi stessi regoliamo sulla lentezza, sulla novità e, nello stesso tempo, sull’abitudine. Diventa quotidiano l’ozio, il relax. Quel che invece cerchiamo solitamente durante l’anno diventa una quotidiana e piccola assuefazione che, naturalmente, perdiamo quando torniamo a casa. Il rischio che lo stress di ogni giorno torni a farsi sentire, a bussare alle nostre porte, fin da subito, in maniera invasiva e pericolosa è molto alto. E allora il ritorno a casa va gestito per evitare che la quotidianità non vacanziera ci domini in tutto e per tutto, che ci prenda a pugni come si fa con un bersaglio.
Ecco cinque consigli pratici, veloci per superare il trauma del ritorno dalle ferie.

  1. Prendetevi mezzora al giorno. Decidete quale e quando. Se dopo pranzo, prima di colazione, prima di uscire dall’ufficio. E in questi trenta minuti che avete scelto, fate una cosa – possibile chiaramente – che vi piaceva fare in vacanza. Un esempio? Le parole crociate. Quanti di voi acquistano la “Settimana Enigmistica” e si avventurano in spiaggia nel difficilissimo Bartezzaghi? Tanti. Quanti di voi lo fanno anche a casa? Pochi. Ecco, per mezzora, dopo le vacanze, dedicatevi ad un cruciverba. Non tanto perché vi ricorderà il mare. Quanto perché vi rilasserà, un po’ come facevate in vacanza.
  2. Non guardate troppo i social network. Anche in questo caso, non è la nostalgia della sabbia nelle ciabatte ad essere pericolosa. Ma le foto di chi, invece, in vacanza è andato dopo di voi. Di chi è partito il giorno in cui voi siete tornati (maledetti!). E questo può provocare una piccola invidia, una malinconia che potrebbe lasciarvi imbambolati davanti al monitor del computer o del telefonino in maniera poco produttiva e stressante. Quindi, togliete il traffico dati dal vostro smartphone. Anche se è difficilissimo. Attivatelo giusto nei momenti di pausa ma solo se avete della gran voglia di farvi del male.
  3. Controllate la vostra capacità visiva. Va bene, pesatevi. Lo sappiamo che l’aspetto più immediato del cambiamento fisico durante le vacanze riguarda il peso corporeo. Si ingrassa a causa della vita sedentaria e dell’appetito che, comunque, continua a venire senza sosta, soprattutto al mare dove vogliamo rilassarci anche a tavola, senza pensare alle regole ferree che ci siamo imposti prima di partire in previsione della dannata prova costume. Ma non è la sola cosa che può peggiorare o, comunque, cambiare. La vostra capacità visiva, sottoposta a stimoli differenti durante il periodo di ferie, a partire dalla luce del sole, potrebbe modificarsi. E allora, una volta tornati a casa, potreste, per esempio, fare dei piccoli test: guardare vicino e lontano in maniera repentina e vedere come reagisce il vostro occhio, capire quanto tempo vi serve per mettere a fuoco gli oggetti. O ancora, chiudere un occhio, leggere a distanza delle scritte piccole e fare la stessa cosa con l’altro occhio. Certo, la cosa migliore sarebbe recarvi dal vostro ottico di fiducia e fare una visita. Magari con il vostro bambino prima di rientrare a scuola.
  4. Dormite un’ora in più. Si sa, i ritmi in vacanza sono più lenti, più “sonnolosi”. Si dorme di più, si fanno dei micro-sonni rigeneranti e meravigliosi sulla sdraio, dopo mangiato. E allora, se tornati alla normalità non potete prendervi questa libertà, decidete di dormire un’ora in più quando vi è possibile. Che sia al mattino o, molto meglio e molto più fattibile, la sera. Cercate di dormire otto ore canoniche e di abituare pian piano il fisico a tornare ad essere sveglio e tonico. Un buon sonno guarisce da tutto, soprattutto dallo stress.
  5. Ponetevi un obiettivo nuovo. Che sia rimettersi in forma o scrivere un libro, leggere il giornale tutti i giorni, la cosa importante è darsi un nuovo obiettivo, anche se piccino. Si sa, siamo abituati a pensare che sia necessario mettersi in forma in vista dalle vacanze, per fare bella figura in costume. Ma anche riattivare la propria fisicità dopo le ferie è altrettanto importante, dopo mangiate e serate con gli amici, dopo giorni passati ad oziare. Ecco, decidete che quando tornate a casa inizierete a correre o camminare ogni giorno. Oppure, passando ad un obiettivo mentale, decidete di leggere quel libro, di scriverlo, un libro, perché no, di aprire un blog, di sfogliare almeno un quotidiano al giorno per rimanere informati. Di studiare algebra, di lavorare all’uncinetto! Qualsiasi cosa. Ma datevi un obiettivo, anche strano, magari esotico, per certi versi, lontano da quel che avete fatto fino a quel momento. Vi aiuterà a ritrovare la carica con una ventata di piacevole novità.

Torna alla homepage